Home  
  
  
    Salute mentale e omega 3
Cerca

Psicologia in cucina
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Gli omega 3 prevengono i disturbi mentali

Gli Omega 3 agiscono sul nostro stato emotivo e potrebbero anche prevenire numerosi disturbi, compresa la depressione. Scoprite gli effetti regolatori di questi acidi grassi essenziali. E se gli Omega 3 permettessero di ritrovare il sorriso?

Salute mentale e omega 3
© Getty Images

Il cervello, composto per due terzi di acidi grassi, è estremamente bisognoso di Omega 3. Durante la gravidanza, il sistema nervoso del feto si sviluppa grazie agli acidi grassi della madre. Ma una volta adulto, il cervello ha ancora bisogno di questi elementi essenziali, in quanto assicurano il buon funzionamento dei neurotrasmettitori dell’energia e del buon umore. Gli acidi grassi hanno dunque un ruolo diretto sulla nostra salute mentale.

Cosa sono gli omega 3?

L'acido grasso precursore della famiglia degli Omega 3, l'acido alfa-linolenico (ALA), non può essere prodotto dal nostro organismo. E anche se il nostro corpo riesce a trasformare l'ALA in due altri acidi grassi Omega, l'acido eicosapentaenoico (EPA) e l'acido docosaesaenoico (DHA), questa operazione è particolarmente laboriosa. Gli acidi grassi contenuti negli alimenti rappresentano dunque la fonte principale.

L'acido alfa-linolenico (ALA) è presente negli olii vegetali come l'olio di colza, l'olio di noce, l'olio di lino, l'olio di germe di grano, ma anche nelle noci e nelle arachidi, in certe leguminose (piselli, semi di sesamo) e in alcuni legumi verdi (soncino, portulaca, spinacio).

Molti pesci e frutti di mare contengono EPA e DHA, e sono proprio i pesci grassi a contenerne il tasso più alto (salmone, sardine, sgombro, aringa e anguilla).

Gli Omega 3 contro gli sbalzi d'umore

Il nostro cervello soffrirebbe rapidamente se ci fosse una carenza di questi acidi grassi essenziali. Questo potrebbe provocare un’infiammazione delle cellule nervose, all'origine della soppressione dei neurotrasmettitori chimici del buon umore. Questa infiammazione può essere provocata da uno stato di stress, un’infezione o un’allergia, ma il responsabile principale sarebbe una carenza di acidi grassi nell’alimentazione.

David Servan-Schreiber, neuropsichiatra, afferma che gli Omega 3 nutrono il nostro cervello emotivo, mantenendoci così in buona salute psichica. In effetti, i grassi polinsaturi rendono più flessibile la guaina delle cellule cerebrali, permettendo una migliore comunicazione fra di esse.

Uno studio ha dimostrato che la soppressione di Omega 3 nell’alimentazione dei ratti di laboratorio li rende nervosi, ansiosi e incapaci di apprendere nuovi esercizi. Ma altri esempi a grandezza naturale ci dimostrano che gli acidi grassi proteggono dai disturbi mentali. In Groenlandia, gli Inuit che fanno grande consumo di pesci grassi (fino a 16 g al giorno di olio di pesce) non conoscono la depressione.

Lo stesso fenomeno si osserva in Giappone o in Corea, dove i pasti consistono principalmente di pesce, che è la base della loro alimentazione. Inoltre, gli acidi grassi ristabiliscono l'equilibrio emotivo, che David Servan-Schreiber scompone in quattro assi: ottimismo, serenità malgrado le difficoltà, energia che permette di investirsi e, infine, concentrazione. Secondo l’esperto, avere a nostra disposizione queste quattro qualità "significa che il nostro equilibrio emotivo è ottimale"1.

Prevenire la depressione

Sufficientemente nutrito di acidi grassi, il nostro sistema nervoso è in grado di sintetizzare serotonina e noradrenalina, neuromodulatori che ci permettono di vedere il lato positivo della vita. Gli Omega 3 mantengono uno stato emotivo soddisfacente, evitando la depressione e rivestono inoltre un ruolo importante nella prevenzione di certe malattie più o meno gravi.

  • Vantaggi nei bambini

I vantaggi degli Omega 3 possono rivelarsi necessari nei piccolissimi, ad esempio. Negli Stati Uniti, la depressione interessa circa il 5% dei bambini di età inferiore ai dodici anni. Un fatto che potrebbe essere spiegato dal loro consumo ridotto di pesce. L’American Journal of Psichiatry ha pubblicato uno studio che evidenzia un miglioramento dei segni della depressione in più del 50% dei bambini studiati, grazie agli acidi grassi, assunti sotto forma di supplementi alimentari. Nessuno di loro assumeva antidepressivi prima dello studio, anche se alcuni assumevano psicostimolanti. Gli Omega 3 potrebbero dunque rappresentare un’interessante alternativa non farmacologica, soprattutto per i bambini più esposti agli effetti secondari2.

  • Vantaggi nelle giovani madri

Le donne che hanno appena partorito rappresentano un’altra popolazione interessata dalla depressione e che potrebbe venire aiutata dagli acidi grassi, durante questo periodo delicato. Una donna su dieci che ha appena partorito conosce il baby blues. Un fenomeno che sarebbe provocato da un intenso calo di Omega 3 nell’organismo, durante la gravidanza. Nel ventre della mamma, il bebè si serve degli Omega 3 della madre e se le riserve di quest’ultima sono basse, la donna ha tutte le possibilità di andare incontro a una depressione postnatale. Pochissimi sono i casi di baby blues osservati in Malesia o a Singapore, paesi in cui il consumo di pesce è elevato.

Le donne più anziane, in menopausa, potrebbero allo stesso modo prevenire i loro disturbi di umore grazie ad un supplemento di Omega 3. Il ricercatore e nutrizionista Michel Lucas ha prescritto acidi grassi a 120 donne depresse, per 8 settimane. La metà ha consumato capsule di olii di pesce e l'altra metà un placebo. I sintomi del primo gruppo sono diminuiti di 2,7 punti, su una scala che stabilisce gli inconvenienti nefasti della depressione. "Questo effetto è paragonabile a quello di un antidepressivo, ma senza gli effetti indesiderati", precisa Michel Lucas. Lo studio tuttavia ha mostrato solo un lieve miglioramento dello stato delle donne in depressione grave. Ma il ricercatore ritiene che una sperimentazione clinica di più lunga durata, permetterebbe di constatare più precisamente l'efficacia degli olii di pesce3.

Attenuazione dei disturbi mentali gravi

Anche le persone anziane possono trarre beneficio dal consumo di Omega 3 per prevenire i disturbi neurologici, come il morbo di Alzheimer. Uno studio realizzato nel giugno 2009 ha dimostrato che il regolare consumo di pesci grassi, ridurrebbe il rischio di demenza in questa fascia della popolazione. Questa ricerca scientifica, svolta da ricercatori del King's College di Londra, è stata condotta su 15000 persone di età superiore ai 65 anni, che vivono in Sud America, Cina e India. I ricercatori hanno osservato che le persone che consumano più pesce che carne, vedono il loro rischio di essere colpiti da demenza diminuire del 20%4.

Gli Omega 3 hanno anche un’azione sulle malattie mentali più gravi, come la sindrome bipolare, generalmente designata oggi come disturbo maniaco-depressivo. Gli olii di pesce contenenti una forte percentuale di EPA (acido eicosapentaenoico), migliorano notevolmente la condizione dei malati senza effetti collaterali. Lo psichiatra Andrew Stoll5 ha partecipato ad uno studio clinico condotto su 30 pazienti affetti in modo grave da bipolarità e fortemente disabilitati nella loro vita quotidiana. Questi ultimi hanno seguito un trattamento a base di Omega 3 per un periodo di 4 mesi. Alcuni consumavano soltanto acidi grassi, altri li associavano ad un farmaco. In conclusione, questo trattamento ha permesso a molti pazienti di stabilizzare il loro umore ed alcuni sono perfino riusciti a riprendere una vita normale.

Gli acidi grassi sono in grado di prevenire i disturbi mentali, di diminuirli, o anche di eliminarli del tutto. E i loro vantaggi interessano tutte le fasce di età e numerose patologie mentali, dalle più benigne alle più gravi. Inoltre, questi antidepressivi naturali provocano pochi effetti collaterali. Allora Omega 3 per tutta la vita, per vivere più a lungo e felici.

Véronique Le Saux

"Guarir le stress, l'anxiété, la dépression sans medicamentes", di David Servan Shreiber, Edizioni Pocket. Il sito internet www.guerir.fr di David Servan-Schreiber, è stato realizzato per la prevenzione e la lotta contro il cancro.
"Omega 3, treatment of childhood depression: a controlled, double-blind pilot study", pubblicato in The American Journal of Psichiatry, June 2006.
"Ethyl-eicosapentaenoic acid for the treatment of psichological distress and depressive symptoms in middle-aged women", Michel Lucas, pubblicato in The American Journal of Clinical Nutrition, febbraio 2009.
"Dietary fish and meat intake and dementia in Latin America, China, and India: a Dementia Research Group population-based study", pubblicato in The American Journal of Clinical Nutrition, 24 giugno 2009.
"The Omega 3 Connection: the groundbreaking antidepression diet and brain program", Andrew Stoll, Edizioni Free Press.

Commenta
16/10/2012
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale