Home  
  
  
    Perdere fino a 10 Kg
Cerca

Diete dimagranti
Dieta: perdere tra 2 e 10 chili
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Dieta: perdere fino a 10 Kg

Per perdere fino a 10 chili, in teoria, basta riequilibrare i pasti e attivarsi un po'. Se da sola non ci riesci, è meglio ricorrere ai consigli di un professionista della salute, piuttosto che lanciarti in una dieta drastica.

Perdere fino a 10 Kg
© Getty Images

Mangia meno

Ci sono diverse ragioni per avere qualche chilo di troppo: dall'alimentazione squilibrata a una vita sedentaria, senza contare tutti gli avvenimenti della vita che possono avere un impatto sul peso: gravidanza, menopausa, invecchiamento, disintossicazione dal tabacco, assunzione di determinati trattamenti (cortisone, per esempio) squilibrio ormonale. Il rimedio è sempre lo stesso: una riduzione temporanea dell'apporto calorico, associata a un aumento del dispendio energetico.

Perduti i chili in eccesso, per non riprenderli, bisognerà continuare a sorvegliare quel che metti nel piatto, soprattutto se la causa del sovrappeso è principalmente alimentare.

Per dimagrire senza fame, adotta i menù tipo

COLAZIONE

  • Una bevanda non zuccherata: caffè, tè, infusioni 
  • Cereali ricchi di fibre
  • Marmellata con pochi zuccheri
  • Latte parzialmente scemato o yogurt magro
  • Un frutto

PRANZO/CENA

  • Verdure crude e/o cotte: calcola un cucchiaio da minestra di olio a testa per il condimento e un cucchiaino da caffè di olio
  • Almeno in uno dei pasti: un piatto a base di carne (evita l'agnello e la pelle del pollame) o di pesce o due uova o due fette di prosciutto. Pesa circa 100/150 gr secondo del tuo appetito. Prova a cuocere gli alimenti senza grassi.
  • Una porzione di formaggio fresco e uno yogurt da alternare nei pasti
  • Un frutto
  • Del pane e/o un carboidrato: pasta, riso, patate, semolino, grano, mais, legumi secchi. Le proporzioni di pane e di carboidrati devono essere adattate al tuo bisogno energetico, per esempio l'equivalente di un panino piccolo per una donna e due per l'uomo

MERENDA

  • Dolce: un frutto o uno yogurt o qualche biscotto o un bicchiere di latte scremato
  • Salata: un panino con prosciutto o formaggio fresco

Muoviti di più

L'attività fisica agisce in due modi sul peso. Da un lato, si bruciano più calorie camminando che restando seduti davanti alla tivù, è logico! D'altro lato, la pratica regolare di uno sport permette di aumentare progressivamente la massa muscolare. E più sei muscoloso, più hai un bisogno energetico elevato: in periodo di dieta, questo aiuta a perdere peso, in fase di stabilizzazione, permette di offrirsi qualche fantasia alimentare senza conseguenze.

Ogni pretesto è buono per muoversi di più: andare a fare la spesa a piedi, portare il cane a passeggio, se ci si sposta con i mezzi pubblici, camminare un po' fra due fermate, e poi salire le scale, fare giardinaggio! Puoi anche basare il tempo libero in famiglia sull'attività fisica: passeggiate a piedi o in bicicletta, piscina, partite di calcio o di ping pong. Se decidi di (ri)metterti a fare sport non dimenticare di domandare l'avviso del tuo medico, o addirittura di fare un test da sforzo (essenziale dopo i 40 anni).

E se non funziona?

Un ritmo ragionevole di perdita di peso è dell'ordine dei 500 g a settimana, ovvero 2 chili al mese. Se all'inizio è un po' più rapido, e dopo rallenta, va bene. Se continui a perdere 1 chilo a settimana o di più, è troppo rapido: aumenta le tue proporzioni di pane e carboidrati, o addirittura la frequenza degli extra. Se al contrario, perdi un chilo al mese, potrebbe sembrarti un po' lungo e demotivante, ma finché funziona, tanto vale mantenere l'apporto energetico della dieta. Se non perdi affatto peso, devi consultare un medico, per capire la causa di questi chili di troppo, e in seguito un dietologo, che ti preparerà un programma alimentare su misura e senza carenze.

La tua difficoltà a perdere peso potrebbe semplicemente dipendere dal fatto che hai seguito diverse diete negli anni precedenti: più restrizioni ti imponi, meno l'organismo risponde positivamente alle diete. Ecco perché, invece di lanciarti in una dieta proteica o in una dieta monoalimentare, che aggraverebbero ulteriormente la situazione a medio termine, devi assolutamente farti aiutare da uno specialista.

Florence Daine

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale