Home  
  
  
    LeDiet: Intervista del Dott. David Benchetrit
Cerca

Diete dimagranti
Dieta Le Diet
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

LeDiet: Intervista del Dott. David Benchetrit

"La nostra dieta: attenerci il più possibile alle abitudini alimentari". Intervista del Dott. David Benchetrit, direttore della Clinique du Poids di Parigi e di LeDiet.

LeDiet: Intervista del Dott. David Benchetrit
© Getty Images

Il metodo della dieta online LeDiet è al primo posto negli Stati Uniti. La carta vincente? Rispettare le abitudini alimentari di chi vuole perdere peso. Per saperne di più, abbiamo intervistato il Dott. David Benchetrit, direttore della Clinique du poids di Parigi e del programma LeDiet.

Doctissimo: Quando è stata messa a punto la dieta?

Dott. Benchetrit: Abbiamo cominciato le ricerche nel 1975 e dal 1986 sono cominciati ad arrivare i primi pazienti. Già all’inizio il Prof. Apfelbaum era scoraggiato per gli scarsi risultati della dieta. Sapeva che era impossibile per chiunque seguire una dieta, e così ha avuto l’idea: fare in modo che la dieta si adattasse alle abitudini di qualcuno.

Così il Prof. Apfelbaum ha cominciato a lavorare formando una squadra di medici e nutrizionisti a disposizione del paziente. E’ solo successivamente, verso gli anni ’90, che hanno contribuito al progetto anche l’informatica e l’intelligenza artificiale.

Doctissimo: Che cosa vi ha spinto a creare LeDiet?

Dott. Benchetrit: Gli errori. I ripetuti fallimenti delle diete, il fatto che non esista nessun medicinale che aiuti a dimagrire. Oggi sappiamo che la dieta funziona se si rispettano le abitudini alimentari. In questo modo si cerca di limitari gli eccessi alimentari del paziente nel rispetto delle sue abitudini, cultura e religione.

Doctissimo: Quali sono i concetti chiave di LeDiet?

Dott. Benchetrit: Avvicinarsi il più possibile alle abitudini alimentari del paziente. Se riusciamo a rispettare circa l’80% delle abitudini alimentari, abbiamo più del 50% di probabilità di successo.
Se rispettiamo solo il 60% delle abitudini alimentari, è probabile che il 100% della dieta fallisca.

Doctissimo: La dieta è facile da seguire?

Dott. Benchetrit: Più ci avviciniamo alle abitudini alimentari, minori sono frustrazione e tentazione, e più è possibile seguire la dieta a lungo. Quello che conta in una dieta è riuscire a seguirla nel lungo periodo. Non importa perdere peso in poco tempo ma riuscire a mantenere il peso raggiunto.

Con LeDiet, in seguito a un’esperienza decennale, sappiamo di avere circa il 50% di buoni risultati dopo due anni di dieta. E’ straordinario!

Doctissimo: Quali risultati si possono raggiungere?

Dott. Benchetrit: Bisogna essere consapevoli che, la mattina, chi desidera perdere peso ne è convinto e ha la volontà per farlo ma la sera il 99% fallisce. E’ una questione di resistere alle tentazioni. Con LeDiet, cerchiamo di analizzare quello che è "tentazione" tra le abitudini alimentari e di trovare una soluzione.

Doctissimo: Che tipo di monitoraggio propone il suo metodo?

Dott. Benchetrit: Per trattare i problemi alimentari, il paziente deve essere seguito giorno per giorno. Abbiamo bisogno di sapere quello che mangia ogni giorni per adattare la dieta. Forniamo ai nostri clienti un servizio continuativo di monitoraggio online da parte dei nostri esperti. In questo modo è possibile accellerare la perdita di peso, rallentarla, cambiarla completamente o modificarla. Un semplice click ed è fatta!


Anne-Sophie Glover Bondeau e Florence Lemaire

Commenta
18/11/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale