Home  
  
  
    Utilità delle diete drastiche
Cerca

Diete dimagranti
Diete dimagranti
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Dieta drastica: perché non serve?

Perdere peso velocemente è generalmente ciò che spinge le persone che decidono di iniziare una dieta draconiana. A basso contenuto calorico e povera di diverse sostanze nutritive essenziali per l'organismo, pare che questo tipo di dieta non mantenga affatto quanto promette. La dietologa e nutrizionista Anne Demange ci spiega perché le diete estremamente rigide sono un imbroglio.

Utilità delle diete drastiche
© Getty Images

In cosa consiste una dieta drastica?

Dieta a base di ananas, dieta a base di zuppa di cavolo, dieta a base di carciofi… Sono tantissime le cosiddette diete "draconiane", o drastiche, facilmente reperibili su Internet. Questi regimi favoriscono il consumo di alcuni alimenti escludendone molti altri in base al loro valore "calorico" e non secondo quello "nutrizionale". Il problema è che questo tipo di dieta finisce per causare carenze nutrizionali che non saranno prive di conseguenze sull'organismo. Ad esempio, molte diete draconiane possono escludere la banana, alimento piuttosto calorico (90 kcal), quando invece questo frutto è una fonte importante di potassio, minerale indispensabile per il buon funzionamento dei muscoli, a cominciare dal cuore.

Una perdita di peso duratura nel tempo?

È vero che le diete draconiane fanno perdere peso in poco tempo. Ma fanno perdere principalmente all'organismo acqua e muscoli anziché grassi, l'obiettivo reale che desiderano conseguire le persone che seguono questo tipo di regime alimentare. "Per perdere massa grassa bisogna darsi tempo", rammenta Anne Demange. E aggiunge che occorrono circa "4 settimane per perdere il 5% del peso iniziale di massa grassa. Se una persona perde 3 chili in una settimana, ciò che perde non è certamente grasso".

Seguendo una dieta rigida, la persona che la pratica modifica il funzionamento del proprio organismo: in mancanza di energia (perché a corto delle buone sostanze nutritive), il corpo attinge alla riserva di massa muscolare e in questo modo provoca una diminuzione del consumo di energia a riposo. Quando la persona riprenderà a mangiare come faceva prima della dieta, fornirà necessariamente più energia al proprio corpo, più di quella di cui ha ormai bisogno. L'organismo reagisce quindi immagazzinando questa eccedenza, con un aumento di peso pressoché sistematico.

Una dieta draconiana può causare disturbi del comportamento alimentare

Oltre all'effetto "yo-yo", le diete draconiane causano grande stanchezza e frustrazione, proprio per le tante restrizioni che impongono. Le carenze di sostanze nutritive essenziali possono anche causare disfunzioni ormonali e depressione. Inoltre, alcuni alimenti come il cioccolato o la banana stimolerebbero la produzione di serotonina, l'ormone della felicità.

Ancor più grave, le diete draconiane protratte per un lungo periodo di tempo e seguite con regolarità possono talvolta causare seri disturbi del comportamento alimentare come l'anoressia. "Volendo controllare a tutti costi il loro peso seguendo regimi alimentari severi, alcune persone pensano solo all'immagine di sé che vedono riflessa nello specchio, a costo di scombussolare il loro metabolismo (insieme delle reazioni biochimiche che si producono nel nostro organismo)".

Una dieta drastica non deve durare più di una settimana

Quando arriva l'estate, la dieta draconiana può tentare chi teme la famigerata prova costume. "Ci si può permettere di seguire una dieta molto stretta una volta all'anno per una settimana, non di più", consiglia Anne Demange. Una dieta rigida consente di iniziare a perdere peso, ma deve comunque essere seguita da un'alimentazione sana ed equilibrata, non da un ingozzamento che sa di rivincita dopo essere stati a dieta.

La dieta draconiana può quindi essere utile per le persone che hanno "provato di tutto" per perdere peso senza risultato. Tuttavia, anche in questo caso devono essere seguite da uno specialista durante l'intero periodo della dieta.

"Prima di iniziare una dieta, indipendentemente dal tipo, è opportuno rivolgersi a uno specialista in nutrizione che consiglierà un regime alimentare adatto al proprio fabbisogno, al proprio ritmo di vita e, soprattutto, al proprio metabolismo basale", spiega Anne Demange.

Una dieta dimagrante deve fare quindi in modo di apportare le sostanze nutritive in quantità e qualità sufficienti per mantenere il metabolismo basale al suo livello. Insomma, per rimanere in buona salute, varietà ed equilibrio alimentare sono indispensabili!

Allora, hai ancora voglia di provare una dieta drastica?

Annabelle Iglesias

Fonti:

Intervista ad Anne Demange, dietologa nutrizionista di Montvilliers (Francia), 22 giugno 2015.

Quando arriva l'estate, la dieta draconiana può tentare chi teme la famigerata prova costume. "Ci si può permettere di seguire una dieta molto stretta una volta all'anno per una settimana, non di più", consiglia Anne Demange. Una dieta rigida consente di iniziare a perdere peso, ma deve comunque essere seguita da un'alimentazione sana ed equilibrata, non da un ingozzamento che ha il sapore di una rivendicazione dopo essere stati a dieta. 
La dieta draconiana può quindi essere utile per le persone che hanno "provato di tutto" per perdere peso senza risultato. Tuttavia, anche in questo caso devono essere seguite da uno specialista durante l'intero periodo della dieta.

"Prima di iniziare una dieta, indipendentemente dal tipo, è opportuno rivolgersi a uno specialista in nutrizione che consiglierà un regime alimentare adatto al proprio fabbisogno, al proprio ritmo di vita e, soprattutto, al proprio metabolismo basale", spiega Anne Demange.

Una dieta dimagrante deve fare quindi in modo di apportare le sostanze nutritive in quantità e qualità sufficienti per mantenere il metabolismo basale al suo livello. Insomma, per rimanere in buona salute, varietà ed equilibrio alimentare sono indispensabili!

Allora, hai ancora voglia di provare una dieta drastica?

Annabelle Iglesias

Fonti:

Intervista ad Anne Demange, dietologa nutrizionista di Montvilliers (Francia), 22 giugno 2015.


Quando arriva l'estate, la dieta draconiana può tentare chi teme la famigerata prova costume. "Ci si può permettere di seguire una dieta molto stretta una volta all'anno per una settimana, non di più", consiglia Anne Demange. Una dieta rigida consente di iniziare a perdere peso, ma deve comunque essere seguita da un'alimentazione sana ed equilibrata, non da un ingozzamento che ha il sapore di una rivendicazione dopo essere stati a dieta.

La dieta draconiana può quindi essere utile per le persone che hanno "provato di tutto" per perdere peso senza risultato. Tuttavia, anche in questo caso devono essere seguite da uno specialista durante l'intero periodo della dieta.

"Prima di iniziare una dieta, indipendentemente dal tipo, è opportuno rivolgersi a uno specialista in nutrizione che consiglierà un regime alimentare adatto al proprio fabbisogno, al proprio ritmo di vita e, soprattutto, al proprio metabolismo basale", spiega Anne Demange.

Una dieta dimagrante deve fare quindi in modo di apportare le sostanze nutritive in quantità e qualità sufficienti per mantenere il metabolismo basale al suo livello. Insomma, per rimanere in buona salute, varietà ed equilibrio alimentare sono indispensabili!

Allora, hai ancora voglia di provare una dieta drastica?

Annabelle Iglesias

Fonti:

Intervista ad Anne Demange, dietologa nutrizionista di Montvilliers (Francia), 22 giugno 2015.

 

 

Commenta
20/10/2015
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale