Home  
  
  
    La dieta tisanoreica
Cerca

Diete dimagranti
Diete dimagranti
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Non sono a dieta, sono in Tisanoreica

Perdere peso velocemente è un desiderio che accomuna tante persone. Tra i metodi del dimagrimento facile sicuramente più discussi degli ultimi tempi vi è la Tisanoreica, una dieta resa nota grazie ai politici e ai personaggi dello star system che l’hanno provata divenendone testimonial, e ancor più per lo slogan “Non sono a dieta, sono in Tisanoreica”, con cui il suo ideatore Gianluca Mech l’ha lanciata in televisione. Scopri con Doctissimo tutto ciò che c’è da sapere prima di scegliere Tisanoreica.

La dieta tisanoreica
© Getty Images

Che cos’è la Tisanoreica?

Tisanoreica è un metodo per la riduzione del peso corporeo che si basa sull’attivazione di una via metabolica definita chetosi. In pratica, in assenza di zuccheri e carboidrati il corpo per ricavare l’energia necessaria al suo sostentamento trasforma i grassi in corpi chetonici, provocando un effettivo dimagrimento. I corpi chetonici nel sangue sono sostanze acide di scarto prodotte dall'organismo che hanno un effetto anoressizzante, capaci cioè di ridurre o addirittura eliminare il senso di fame. La chetosi che si affronta durante il regime di dieta, è definita da Mech, il fondatore di questo protocollo unico nel suo genere, “verde”. Egli infatti sostiene che, al contrario delle diete chetogeniche e delle normali chetosi, evita che i corpi chetonici possano affaticare reni e fegato grazie l’assunzione di estratti fitoterapici. La formula Tisanoreica si basa dunque sul consumo di alimenti proteici e verdure associati alla decottopia e ai PAT, acronimo di Porzione Alimentare Tisanoreica, prodotti liofilizzati realizzati dall’azienda. 

Dieta tisanoreica: come mettersi a dieta?

Per intraprendere il protocollo Tisanoreica come prima operazione bisogna recarsi in una farmacia, parafarmacia o centro estetico accreditati dal Centro Tisanoreica. L’operatore Tisanoreica raccoglie i dati sul cliente che desidera dimagrire e li invia al Centro Studi Tisanoreica, il quale a sua volta si occuperà di elaborare il piano dietetico da seguire. A questo punto l’operatore illustra le diverse fasi del protocollo e indica i prodotti da acquistare. Infine, ultimo step, tocca al cliente seguire fedelmente il regime dietetico per ritrovare la forma fisica in breve tempo. Il protocollo viene intrapreso previo consulto del proprio medico di fiducia o in alternativa del Centro Studi Tisanoreica, che redige e rilascia un “Certificato di idoneità alla Dieta Tisanoreica”.

Dieta tisanoreica: PAT e decotti

Tisanoreica è un sistema che associa a una dieta ipocalorica e ipoglucidica pietanze liofilizzate e decotti. Le pietanze Tisanoreica sono indicate sotto il nome di PAT e contengono amminoacidi ed estratti di piante capaci di aiutare il fegato, stimolare il metabolismo e favorire la digestione. Ogni PAT è imbustato singolarmente, per preparare la porzione basta aprire la busta e mescolare la polvere con l’acqua nell’apposito shaker fornito da Tisanoreica. I PAT si possono consumare sia caldi che freddi a seconda delle indicazioni riportate sul retro della scatola. I PAT sono venduti in monoporzioni o in kit nei negozi specializzati e richiamano il gusto di cibi veri. In vendita si trovano sia PAT resi dolci da dolcificanti sintetici sia PAT salati da associare alla dieta Tisanoreica. Oltre ai PAT ci sono gli Estratti Decottopirici, composti a base di estratti naturali ricavati con la decottopia, senza usare alcol e conservanti, impiegando solo acqua. I decotti si trovano in pratici flaconi con tappo dosatore che si diluiscono in acqua e si assumono durante la giornata. I vari decotti vengono scelti a seconda delle esigenze del soggetto che segue la dieta e cambiano etichetta in base a dove viene acquistato il prodotto, infatti, per i centri estetici i decotti vengono estratti a partire dal fiore fresco, invece, nelle farmacie si trovano decotti da estratto di fiore essiccato. In base al decotto che si sceglie di acquistare, si possono avere differenti effetti tra cui effetti depurativi, diuretici, tonicizzanti, stimolatori della peristalsi intestinale. Sulle confezioni è comunque riportata una descrizione dettagliata degli ingredienti e la posologia dei prodotti.

Dieta tisanoreica: le fasi del protocollo e gli alimenti

Il metodo Tisanoreica dura in media dai 20 giorni (protocollo base) ai 40 giorni (protocollo urto), si prefigge l'obiettivo di provocare il calo ponderale di chi la pratica attraverso il consumo di alimenti sani a cui si associano infusi e decotti. È una dieta trifasica:

  • La prima fase è quella intensiva in cui si eliminano i grassi e si inizia a limitare l'apporto di carboidrati. Durante questa fase, si assumono i PAT contenenti proteine e un attivatore Tisanoreica; un mix di decotti e, infine, alimenti proteici come carne o pesce magri, uova e alcuni tipi di verdura a volontà. Risultano compatibili con la fase intensiva tutti gli ortaggi ad eccezione di quelli a colorazione gialla, arancione e rossa, i legumi e i tuberi in quanto contengono glucidi in quantità variabile. Sì alle verdure verdi, no alla frutta. In questo modo, nel giro di 2- 5 giorni il corpo entra in chetosi e, non avendo più zuccheri da cui trarre energia, è costretto ad utilizzare le riserve di grasso, preservando massa magra e muscolare grazie agli integratori ricchi di proteine.
  • La seconda fase è detta di stabilizzazione, serve a reintrodurre gradualmente i carboidrati a basso indice glicemico, come legumi, pane e pasta integrali. Sì a frutta e verdura colorata ma permane il divieto per lo zucchero. Reintroducendo i carboidrati il corpo esce dalla chetosi, ma si continuano a consumare i decotti di erbe e due PAT al giorno.
  • La terza fase è quella di mantenimento. Al termine dei 40 giorni, in media si raggiunge un dimagrimento di 6/8 chili e si può tornare alla propria dieta, magari associando una regolare attività fisica per mantenere i risultati ottenuti con Tisanoreica. Il Centro Studi Tisanoreica propone comunque due percorsi di mantenimento: Il Menù Tisanoreica Vita e il Menu Post Tisanoreica, entrambi consentono, assieme a un’alimentazione sana, bilanciata e ipocalorica abbinata a decotti e pietanze, di mantenere il peso corporeo raggiunto.

Non è una dieta per tutti

La Tisanoreica è utile per tutte quelle persone che vogliono ritrovare la forma fisica e il benessere in tempi brevi, ma anche nella cura dell'obesità, della sindrome dell'ovaio policistico e della sindrome metabolica, questo quanto afferma il fondatore Gianluca Mech, sebbene non vi siano ancora studi scientifici accreditati da altri istituti che ne dimostrino l’efficacia in maniera ufficiale. Non è assolutamente indicata, e lo si legge nel sito dell’azienda, per chi è già troppo magro, per diabetici insulino-dipendenti, per le donne in gravidanza o in allattamento, per chi soffre di grave insufficienza renale o epatica, per chi ha avuto problemi cardiaci, soffre di celiachia o soggetti allergici al nichel. È fortemente sconsigliata per bambini e adolescenti sotto i 14 anni e soggetti che soffrono di disturbi del comportamento alimentare. Non è sicuramente una dieta fai-da-te che si può improvvisare ma questa raccomandazione vale per ogni regime dietetico che si intraprende senza il consulto di un medico. Scegliere una dieta adatta alle proprie esigenze è estremamente importante. Per un quadro più completo di tutti i regimi tra cui poter scegliere scorri la nostra fotogallery sulle "10 diete a confronto".

Controindicazioni delle diete chetogeniche

Il metodo Tisanoreica appartiene alle diete chetogeniche che vanno seguite per un periodo di tempo circoscritto al fine di evitare pericoli per la salute. Le diete chetogeniche per ottenere il dimagrimento provocano l'acidosi nel corpo, cioé si perde peso in virtù dell’assenza di zuccheri. Tuttavia, è risaputo, un regime alimentare che induce il corpo in privazione di nutrienti essenziali può avere innumerevoli effetti collaterali. I corpi chetogeni che passano nelle urine potrebbero danneggiare i reni, portare a disidratazione, e provocare stanchezza muscolare e debolezza, oltre a una fastidiosa alitosi. Tra gli svantaggi di questa dieta va sicuramente ricordato il costo dei prodotti Tisanoreica e il pericolo reale che una volta interrotta, si rimettano i chili persi col conseguente effetto yo-yo. Inoltre, la fase intensiva, necessaria per il dimagrimento, è molto rigida, basta “concedersi” un solo biscotto o un pezzo di mela per uscire dalla chetosi e vanificare ogni risultato, demotivando il soggetto che si è approcciato a un protocollo alimentare restrittivo. Malgrado questi limiti, Tisanoreica non arresta la sua corsa e, tra critiche e plausi, ha oltrepassato il confine facendo proseliti in Europa ma anche in America dove, di recente, è stata ribattezzata con il nome di “The Italian Comfort Food Diet” per lo stile alimentare e di vita che Mech propone.

Fonti:

http://www.tisanoreica.it/

http://gianlucamechspa.com/

Commenta
10/02/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Alimentazione

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale