Home  
  
  
    La dieta della frutta
Cerca

Diete dimagranti
Diete dimagranti
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La dieta frutt…uosa

C’è chi si priva dei carboidrati, chi sceglie le diete iperproteiche, chi al termine di una dieta non riesce a mantenere il peso raggiunto e ingrassa di nuovo, rapidamente, vanificando ogni sacrificio. Sei stanca dell’effetto yo-yo e delle smagliature che finiscono per aver la meglio sul tuo corpo? Doctissimo ha pensato a una soluzione molto frutt…uosa, per te.

La dieta della frutta
© Getty Images

Alcune diete alla lunga possono diventare pericolose per il nostro organismo e il dimagrimento spesso si rivela repentino ma non efficace. Doctissimo ha chiesto un parere alla dott.ssa in dietistica Ylenia Brafa* che ha svelato uno dei segreti per ritrovare la forma. La dott.ssa ha puntato l’attenzione sulla necessità di migliorare le abitudini alimentari, in tal modo, con piccoli e semplici accorgimenti, sarà possibile ridurre l’appetito, mangiando in maniera sana.

Doctissimo: Perché molto spesso, non appena si interrompe il regime dietetico controllato, si rimettono tutti i chili e anche di più?

Dott.ssa Brafa: In base all’Indice di Massa Corporea (Peso/metri²) si stabilisce quale dovrebbe essere il peso consigliato per una persona, e in seguito si crea una dieta bilanciata e specifica alle esigenze del paziente. Parlare di dieta bilanciata serve, come prima cosa, a educare alla scelta della corretta alimentazione. Mettersi a dieta significa imparare a scegliere gli alimenti giusti, a variare il menu e, soprattutto, a non ripetere gli errori che portano al temuto effetto yo-yo.

Molte diete poco equilibrate fanno perdere peso rapidamente ma non possono essere seguite per lunghi periodi, di conseguenza è facile rimettere i chili persi, vanificando sforzi e sacrifici. Chi vuole restare in forma dopo una dieta ipocalorica, ad esempio, dovrebbe seguire una dieta di mantenimento e aumentare l'attività fisica per bilanciare le entrate e le uscite caloriche; una volta stabilizzato il peso, ci si potrà concedere qualche strappo ‘calorico’, che spesso fa bene al morale, ma senza esagerare!

Doctissimo: Nell’opinione comune i carboidrati sono considerati la causa principale dell’aumento del peso corporeo. C’è chi arriva a escluderli dalla dieta quotidiana. Quali i rischi, quali i vantaggi di un’alimentazione priva di pasta e pane?

Dott.ssa Brafa: Una dieta equilibrata dovrebbe essere composta per il 55-60% di carboidrati, per il 25-30% di grassi e per il 10-15% di proteine. Dovrebbe, inoltre, essere suddivisa in almeno tre pasti principali e due spuntini al giorno: una colazione (necessaria ad interrompere il lungo periodo di digiuno notturno), un pranzo abbondante e una cena frugale.

I carboidrati non vanno mai esclusi dall’alimentazione, sebbene questo sia un errore ricorrente. Essi servono essenzialmente a dare energia, una fonte indispensabile di nutrizione per il cervello, ma a differenza delle proteine non producono tanti scarti e vengono assorbiti quasi totalmente, quindi per dimagrire bisogna bilanciarne la quantità e preferire carboidrati complessi (pasta, pane, legumi, riso), limitando il più possibile l’assunzione di quelli semplici (come lo zucchero dei dolciumi o quello del caffè).

Consiglio vivamente ai lettori di provare il mio metodo dimagrante:  “la dieta frutt…uosa”, una sana abitudine, molto gustosa e facile da seguire, anche fuori casa. In cosa consiste? Basterà iniziare il pasto con la frutta. Grazie all’inversione del tradizionale ordine dei pasti si mangerà meno e il tutto senza sforzi!!!

1 La dieta della frutta - continua ►

Commenta
14/01/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Alimentazione

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale