Home  
  
  
    La dieta acido-base
Cerca

Diete dimagranti
Diete dimagranti
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il metodo acido-base: la vera dieta detox

Se ti senti stanca, affaticata, stressata, hai dei dolori cronici e qualche chilo di troppo. Ma i tuoi problemi potrebbero avere un’unica causa: l’acidità del tuo organismo. Ecco come fare a ristabilire l’equilibrio.

La dieta acido-base
© Getty Images

Doctissimo: Il metodo acido base ha come scopo la lotta contro l’acidificazione del nostro corpo. Quali sono le origini di questo problema?

Dott. Grosgogeat: Tutto è legato alla rapida evoluzione delle abitudini alimentari, che possono essere deleterie per il nostro organismo. In principio, l’uomo era cacciatore e raccoglitore, faceva molta attività fisica e mangiava essenzialmente frutta, vedura e carni magre.

Con l’allevamento e la coltivazione delle piante, invece, è diventato più sedentario. Anche lo stress al quale è sottoposto è cambiato. E’ in questo modo che si è sviluppata l’acidità dell’organismo. Questa può essere misurata grazie al potenziale idrogeno o pH. Quando il valore si avvicina a 1 è acido, quando si avvicina a 14 è basico. Il pH del sangue è 7,4 e tende ad autoequilibrarsi.

Doctissimo: Perché l’acidità dell’organismo è dannosa?

Dott. Grosgogeat: Normalmente il nostro corpo ha dei sistemi di difesa contro gli acidi che gli permettono di ristabilire l’equilibrio acido-base del sangue. Il corpo utilizza infatti tutte le riserve per neutralizzare gli acidi. Ad esempio, può impiegare il calcio delle ossa per combattere gli acidi.

Ma se lo squilibrio è troppo importante e cronico, cominciamo a sentire stanchezza, dolori muscolari e articolari apparentemente banali. Questo potrebbe anche avere delle conseguenze sul nostro patrimonio osseo, provocando una demineralizzazione progressiva, soprattutto nella donna. In generale, l’acidificazione dell’organismo porta a un invecchiamento precoce.

L’acidità è un male silenzioso, come l’ipertensione o il pre-diabete che corrodono pian piano l’organismo finché non si manifesta un sintomo.

Doctissimo: Si può lottare contro l’acidificazione?

Dott. Grosgogeat: Prima di tutto bisogna lottare contro le cause. Ad esempio, lo stress quotidiano è responsabile dell’acidificazione dell’organismo, la quale è a sua volta legata al livello di un ormone, il cortisolo. Anche la mancanza di attività fisica è legata all’acidificazione.

Ma attenzione, troppo esercizio può essere deleterio in quanto produce acidi. Ebbene sì, l’alimentazione è il fattore principale da modificare per ristabilire l’equilibrio tra gli acidi e le basi. Nel mio libro insisto molto sul PRAL (potenziale di acidosi renale) che permette di conoscere il potenziale acido o basico di ogni alimento. Grazie a questi valori possiamo formare un piatto equilibrato secondo il metodo acido-base. Molti alimenti ricchi di glucidi sono acidificanti.

Il vino rosso è leggermente basico, il caffé non pone alcun problema e neanche il cioccolato. Attenzione a certe acque minerali che posso contenere eventuali acidificanti. E’ sbagliato evitare gli alimenti acidificanti e mangiare solo quelli basici; bisogna invece cercare di equilibrare i pasti, ovvero compensare l’apporto di alimenti acidi con alimenti basici. Ad esempio, il fegato di vitello ha un PRAL -14, mentre gli spinaci +14. Un piatto con entrambi questi alimenti permette quindi di raggiungere l’equilibrio.

Invece, se si mettono insieme una bistecca, pasta col parmigiano, un po’ di formaggio e un dessert, si arriverà a un totale molto acido. E’ sbagliato condannare un alimento: nulla è proibito, l’importante è l’equilibrio e la compensazione. In generale, l’ideale è includere nel pasto il 70% di alimenti basici e il 30% di alimenti acidi.

Doctissimo: Come è possibile cambiare le proprie abitudini?

Dott. Grosgogeat: Sicuramente è necessaria dell’attività fisica, circa 10.000 passi al giorno (basta contarli con un podometro). Inoltre, si dovrebbe praticare dello sport tre volte a settimana, senza dimenticare di rinforzare i muscoli. Per quanto riguarda lo stress, consiglio, ad esempio, la meditazione o lo yoga.

Doctissimo: L’equilibrio acido-base incide sul peso?

Dott. Grosgogeat: In effetti, un’alimentazione acida porta a prendere peso. Il fatto di riequilibrare l’alimentazione secondo il metodo acido-base ha quindi un effetto sulla linea, in quanto permette di eliminare i chili di troppo.

Così come nell’uomo, è possibile verificare l’acidificazione del pianeta: piogge acide, acidificazione dei suoli… Lo notiamo ad esempio nei coralli marini, che svolgono lo stesso ruolo delle ossa nel nostro organismo e che scompaiono a causa dell’acifificazione dell’acqua. Oggi purtroppo l’uomo maltratta il suo corpo così come l’ambiente esterno…

Alain Sousa

Commenta
15/07/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Alimentazione

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale