Home  
  
  
    Dieta: a che ora pranzare?
Cerca

Diete dimagranti
Peso ed equilibrio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Dieta: a che ora pranzare?

Secondo un vecchio detto, bisognerebbe fare una colazione da re, un pranzo da principe e una cena da povero. E secondo i risultati di un recente studio americano ciò corrisponde al vero per coloro che vogliono perdere peso. In effetti, nel quadro di un regime dietetico, le persone che pranzano tardi perderebbero meno peso delle altre.

Dieta: a che ora pranzare?
© Getty Images

Anche se numerosi studi si sono impegnati a scoprire il modo migliore per perdere peso, sono pochi quelli che si sono interessati alle ore dei pasti. Per cercare di sapere se l’ora dei pasti potesse influenzare la riuscita di una dieta, il dott. Frank Scheer e i suoi colleghi dell’Harvard Medical School de Boston (Stati Uniti) hanno seguito 420 persone in Spagna. In questo gruppo, i partecipanti, con un IMC medio di 31,5, cioè in stato di obesità, dovevano seguire un tipo di dieta mediterranea per 20 settimane per provare a perdere peso.

I ricercatori hanno diviso i partecipanti in due categorie: quelli che pranzavano presto, entro le ore 15, (51%), e quelli che pranzavano tardi (49%). Risultato: dopo 20 settimane di dieta, quelli che pranzavano presto avevano perso più peso degli altri (circa 10 kg invece di 7,7 kg). “È il primo studio su larga scala e a lungo termine che dimostra che per le persone in sovrappeso o obese, l’ora dei pasti costituisce un fattore importante per riuscire a dimagrire”, sottolinea il dott. Scheer.

Sorprendentemente, i ricercatori non hanno notato differenze significative negli apporti e nel consumo energetico, nella composizione dei pasti, nelle percentuali di ormoni della fame o nelle ore di sonno. Hanno invece notato un’altra differenza significativa: i “mangiatori tardivi” avevano più tendenza degli altri a saltare la colazione o a fare una colazione molto leggera.

Questa particolarità potrebbe in parte spiegare i risultati ottenuti: secondo gli scienziati, più il tempo intercorso tra un pasto e un altro è lungo, più è difficile perdere peso. In ogni caso, sarebbe prematuro attribuire una maggiore perdita di peso in base all’ora in cui si pranza. Per fare ciò, sono necessari ulteriori studi. 

Yamina Saidj

Commenta
11/03/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale