Home  
  
  
    Iperfagia e binge-eating
Cerca

Stare bene mangiando
I disturbi alimentari
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Iperfagia e binge-eating: non posso fare a meno di mangiare!

La sera, quando rientri dal lavoro, apri il frigo e sgranocchi qualcosa prima di andare a tavola… Durante il pasto, mangi per quattro. Ti capita anche di alzarti di notte per mangiare… Sotto questi atti compulsivi si nascondono diversi disturbi: l'iperfagia, il binge-eating, la fagomania o la night-eating syndrome. Scopri come far sparire gli eccessi.

Iperfagia e binge-eating
© Jupiter

"Sei fregato, mangi troppo" cantava il francese Alain Souchon. Non sapeva di dire una cosa così tanto vera. In diversi casi di aumento del peso, il problema non dipende unicamente dai pasti non bilanciati. Esiste anche un consumo eccessivo di alimenti, talvolta in modo compulsivo.

Sono iperfagica

Questo problema è definito iperfagia dagli specialisti, ossia il fatto di mangiare abitualmente più di quanto abbiamo bisogno. Troviamo svariati tipi di comportamenti iperfagici: al di fuori o durante i pasti.
Durante il pasto, il fatto di mangiare troppo è legato a un problema di percezione: - si avverte una fame eccessiva; - si ha un problema di sazietà: non ci si sente più sazi.

Al di fuori dei pasti, possiamo distinguere parecchi disturbi: Il binge-eating (disturbo dell'alimentazione incontrollata): si tratta del fatto di mangiare in pochissimo tempo una grande quantità di alimenti, il bisogno di essere "pieni" per avere l'impressione di sentirsi sazi. Questo problema è anche spesso noto con il nome di bulimia, caratterizzata da abbuffate senza compensazione, senza vomito; La fagomania o appetito eccessivo e incontrollabile: consiste nel fatto di non riuscire a evitare di mangiare tra un pasto e l'altro, si mangia di continuo, avendo sempre a portata di mano qualcosa con cui soddisfare questo bisogno.

La night-eating syndrome (sindrome da alimentazione notturna) o iperfagia notturna: ci si alza di notte per "svuotare il frigorifero" e si ritorna a letto. Talvolta, chi ne è affetto non si ricorda neppure di questa crisi alimentare.

Questi comportamenti sono fortemente influenzati da fattori esterni di ansia, depressione, stress, pressione sociale… Notiamo anche l'importanza della restrizione cognitiva, ad esempio durante una dieta: si cerca di seguire una dieta per dimagrire e non si mangia praticamente nulla…ma un bel giorno si cede e si fagocita tutto quel che si trova in tempi record… Peggio ancora, se le diete si susseguono le une alle altre: non ci si renderà più conto delle sensazioni di sazietà e si finirà per mangiare troppo tutto il tempo.

1 Iperfagia e binge-eating - continua ►

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale