Home  
  
  
    I benefici delle verdure invernali
Cerca

Stare bene mangiando
Stare bene mangiando
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

I benefici delle verdure invernali

Ovviamente le insalate e le verdure colorate durante l’inverno non abbondano sugli scaffali, ma anche in questa stagione esistono delle verdure indicate per i nostri bisogni specifici, per rinforzare le nostre difese e aiutarci a mantenere la linea. Impariamo a riconoscerle… per metterle in tavola!

I benefici delle verdure invernali
© Getty Images

L'inverno non ci fa venir voglia di assumere i 400 grammi di frutta e verdura raccomandati dall'OMS* ! Eppure cucinare le verdure in inverno non è difficile come sembra: un buon brodo di verdure che riscalda, cavolfiore gratinato per il piacere dei bambini, un passato di carote o un delizioso minestrone… Cucinare gli ortaggi in inverno è più facile di quanto sembri! E per i fanatici della cucina dietetica, la cottura a vapore resta la soluzione ideale per preservare i minerali e le vitamine delle verdure.

Gli ortaggi in foglie: una miniera di minerali e oligoelementi

Tutte le verdure apportano minerali e oligoelementi, ma alcuni ne sono più ricchi di altri. L’indivia, ad esempio, presenta un elevato contenuto di potassio e di magnesio, mentre la bietola da coste contiene molto calcio. Sono facili da stufare e sono l’ideale per accompagnare ad esempio il pollame. Contengono tutte il famoso magnesio, il minerale "antifatica". Un buon brodo di verdura o un’insalata a base di indivia ti aiuteranno quindi a contrastare le influenze invernali e ad eliminare le eventuali carenze di minerali. Gustale insieme ai legumi, ricchi di vitamine del gruppo B, per fare il pieno di energia!

Le carote e le difese immunitarie

Per contrastare l’invecchiamento delle cellule e per mantenere una bella pelle, non dimentichiamo i principali antiossidanti, come la provitamina A e le vitamine C ed E. È quindi il momento di mangiare le carote o la zucca, che sono particolarmente ricchi di betacarotene.

Le carote possono essere grattugiate e poi condite con succo d’arancia o di limone per ottimizzare le loro proprietà nutrizionali; non dimentichiamo poi gli spinaci, la valerianella e l’indivia, per l’elevato contenuto di vitamina C.

Puoi cucinare queste verdure in insalata, insieme a dei gamberetti, per un apporto supplementare di minerali e oligoelementi. Sapevi che una piccola porzione di valerianella apporta 50 mg di vitamina C, ovvero l’equivalente di un piccola quantità di succo d’arancia, e che 100 g di acetosa coprono i 3/4 del nostro fabbisogno di vitamina C ? Non è difficile fare il pieno!!

L’avocado, infine, oltre alle note proprietà energetiche ha il privilegio di essere molto ricco di vitamina E.

Le crucifere per la prevenzione del cancro

I broccoli, come anche gli spinaci e le rape, contengono una buona quantità di luteina, utile per prevenire la degenerazione maculare, e come tutta la famiglia dei cavoli sono tra i principali alleati per la prevenzione del tumori digestivi. I broccoli, al pari dei cavoli, contengono dei composti solforati (i glucosinolati), che eserciterebbero un’azione preventiva sule forme di cancro del colon e del retto, e apportano inoltre un’elevata quantità di vitamina B9 e di calcio. Cosa volere di più? Non dimenticare infine l’aglio: più di 200 studi hanno illustrato i loro benefici, come ad esempio gli effetti protettivi nei confronti del sistema cardiovascolare. Pare che mangiare uno spicchio d’aglio al giorno aiuti a ridurre il colesterolo "cattivo", ovvero il colesterolo LDL, grazie alle straordinarie proprietà dell’allicina, in grado di fluidificare il sangue.

Le fibre delle verdure cotte sono più digeribili

Il nostro fabbisogno di fibre si aggira intorno ai 25-30g al giorno, e un terzo dovrebbe essere apportato dalle verdure, le cui fibre favoriscono il transito intestinale, forniscono un senso di sazietà e combattono alcune patologie come le malattie cardiovascolari. Le persone sensibili possono gustare le verdure cotte in minestrone o gratinate, come nel caso dei cavolfiori o di tutti gli ortaggi che non sempre vengono tollerati crudi: la cottura, infatti, ammorbidisce le fibre e rende semplicemente più digeribili le verdure.

Le minestre e le verdure al vapore detox

Gli ortaggi più ricchi di potassio facilitano l’eliminazione delle tossine e combattono la ritenzione idrica: è il caso del peperone e del sedano-rapa, che aiutano l’organismo ad eliminare i liquidi e quindi a sentirsi più leggeri, e inoltre sono molto ricchi di oligoelementi (selenio, cromo) che contribuiscono a mantenere l’equilibrio del nostro corpo. Potrai insaporire le tue minestre con del prezzemolo, ricco di vitamina C, erba aromatica presente sugli scaffali tutto l’anno!

Gli ortaggi a radice: per un pieno di energia

Gli ortaggi antichi come le barbabietole, la pastinaca, la barba di becco… non sono solo ricchi di fibre ma anche di glucidi, e quindi sono l’ideale per soddisfare le esigenze di tutta la famiglia. Il topinambur, inoltre, è particolarmente ricco di potassio.

Nadine Ker Armel

Commenta
29/03/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Alimentazione

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale