Home  
  
  
    I semi di chia
Cerca

Pasti equilibrati
I semi alimentari
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Le proprietà dei semi di chia

Piccoli, croccanti e dal sapore piuttosto neutro: sono i semi di chia, un concentrato di salute che viene dalla terra e contribuisce al benessere dell’organismo. Un consumo regolare di questi semi oleaginosi favorisce la perdita di peso, regola il transito intestinale e svolge un'azione regolatrice del livello di zuccheri nel sangue. Ideali per celiaci, diabetici e vegetariani, si conservano a lungo e fanno bene al cuore.

I semi di chia
© Getty Images

I semi di chia si ricavano da una pianta ricca di proprietà nutrizionali, la Salvia Hispanica, della famiglia delle Labiatae, nativa del Guatemala e del Messico centrale e meridionale; fino a qualche anno fa scarsamente conosciuta in Europa. Questa semenza, il cui colore varia dal bianco al marrone molto scuro, veniva già coltivata in epoca pre-colombiana dalle civiltà azteche. Pare che il significato del termine “chia” in antico linguaggio del centro America fosse “forza”, a indicare la miniera di sostanze nutritive contenute in questi preziosi semi.

Le proprietà dei semi di chia

• I semi di chia sono ricchi di fibre solubili e hanno un basso indice glicemico. Sono particolarmente indicati per i diabetici in quanto aiutano a controllare l’insulino-resistenza e a mantenere costante il livello di zuccheri nel sangue.

• I semi di chia favoriscono il transito intestinale e combattono la stitichezza. L’alto contenuto in fibre permette ai semi di assorbire molta acqua e formare un gel che esercita un’azione di stiramento sulle pareti intestinali, raccoglie scorie e tossine che vengono eliminate attraverso le feci, donando un senso di sazietà utile nelle diete dimagranti.

• I semi di chia sono un’ottima fonte di acidi grassi omega 3, indispensabili per la salute del sistema cardiovascolare, per la regolazione della pressione sanguigna, per il buon funzionamento del sistema nervoso e per l’equilibrio del sistema immunitario. Gli omega 3 sono noti per la capacità di abbassare il colesterolo cattivo, LDL, e i trigliceridi nel sangue e aumentare il colesterolo buono, HDL, che blocca il processo di indurimento dei vasi, allontanando il rischio di sviluppare malattie coronariche, ipertensione, arteriosclerosi e trombosi.

• I semi di chia sono ricchi di aminoacidi, come metionina, cisteina e lisina, necessari per la formazione delle proteine da parte dell'organismo, e di antiossidanti che riducono lo stress ossidativo. Hanno un alto potere proteico, ma non contengono la proteina del glutine e il sodio: queste due importanti caratteristiche rendono il consumo di semi di chia particolarmente indicato per soggetti ipertesi e celiaci.

• I semi di chia apportano vitamina C, ferro e potassio in abbondanza. Altre vitamine e minerali contenuti che favoriscono le funzioni dell’organismo sono il selenio, lo zinco ed il magnesio, così come le vitamine del gruppo B, B6, niacina, riboflavina e tiamina, e le vitamine A e vitamina E. L’alto contenuto in vitamine, amminoacidi e sali minerali, e la ricchezza in antiossidanti, carboidrati, proteine e fibre, fanno dei semi di chia un ottimo integratore alimentare capace di fornire energia immediata all’organismo, indicato specialmente per chi segue una dieta vegetariana o vegana.

Caratteristiche e valori nutrizionali dei semi di chia

La dose di semi di chia consigliata per aumentare l’efficienza dell’organismo è quella di due cucchiai al giorno. Da un punto di vista nutrizionale, un solo cucchiaio di semi di chia (10- 15 grammi) fornisce all’organismo circa 70 calorie, 3 grammi di proteine e 7 di carboidrati, oltre agli acidi grassi e ai sali minerali. In virtù dell’alto contenuto proteico e lipidico, i semi di chia hanno un apporto calorico non indifferente, 371 calorie ogni 100 grammi di prodotto, per questo bisogna prestare attenzione alle dosi giornaliere consigliate e non eccedere.

I semi di chia sono ottimi se aggiunti al muesli della colazione, allo yogurt o a un succo di frutta. Possono essere consumati sia crudi che cotti, interi o macinati, si sposano bene a primi e secondi piatti, sono un condimento ideale per insalate, pasta, risotti, orzo, miglio, legumi, zuppe e macedonia. Con la farina dei semi di chia è possibile preparare sfiziosi muffin, dolcetti e deliziosi plumcake.

Questi semi, infatti, trovano ampio spazio in pasticceria, specie nella decorazione di biscotti e torte, aggiunti preferibilmente a fine cottura.

Commenta
03/12/2014
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Sai fare la dieta?

Test alimentazione

Sai fare la dieta?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale